L'Ansia Perfetta per Vendere - Neurovendita
Stanco delle solite tecniche di vendita? Scopri Neurovendita!
neurovendita, vendita, tecniche, lorenzo dornetti
16302
post-template-default,single,single-post,postid-16302,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-3,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.9,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

L’Ansia Perfetta per Vendere

L’Ansia Perfetta per Vendere

Uno dei segreti delle vendite è realizzare le attività commerciali con il livello ottimale di cortisolo. E’ la sostanza che determina nel sistema nervoso il ciclo dell’ansia (se la dipingi in termini negativi) o dell’attivazione (se prendi le ricadute positive). Cortisolo basso corrisponde a ridotta ansia. E’ negativo in vendita. Implica un livello di attenzione ridotto e quindi una prestazione poco incisiva. Livelli alti di cortisolo determinano ansia eccessiva. Le vendite ne risentono in quanto le persone sono preoccupate e fisicamente tese.  Il livello ottimale di cortisolo è “arousal”. Il cervello realizza la migliore prestazione mentale e fisica. E’ attento, lucido, comunicativo. Riesce a tollerare la fatica.

Come predisporre il cervello al livello ottimale di cortisolo/ansia? Il trucco è “prepararsi prima”. Si hai capito bene, per arrivare alla prestazione con il picco ideale di cortisolo serve arrivare sul cliente semplicemente preparato.

Il grafico rappresenta i livelli di cortisolo di due venditori raccolti con prelievi sanguigni ricorrenti. Il commerciale “blu” non si è preparato la trattativa con il cliente.Improvvisa. Il cortisolo passa rapidamente da basso ad alto. Questo determina un livello di attenzione al cliente all’inizio sotto standard, seguito da nervosismo. Il grafico “arancione” rappresenta i dosaggi di cortisolo di un venditore che si è accuratamente preparato la trattativa.  Il cortisolo è a livelli ottimali e quindi le prestazioni comunicative sono le migliori possibili.

Cosa significa prepararsi prima? Dipende dal tipo di vendita. Ecco due esempi. Se contatti o visiti un cliente per fare upselling e crosselling, raccogli tutte le informazioni, studiale, prepara un’offerta di ancoraggio e prova nella mente l’introduzione al tema commerciale. Se lavori in store, preparati delle “frasi di vendita” per i prodotti ed inizia con 5 minuti di simulazioni così da preparare il cervello alla prestazione.  In funzione del settore e dell’esecuzione commerciale i tempi e i modi della preparazione sono diversi. L’efficacia della preparazione preliminare non è psicologia, ma biologia cerebrale. Quanto tempo dedichi alla preparazione dell’atto di vendita?

Buone Neurovendite!