Non raggiungi i tuoi obbiettivi? Colpa della pigrizia cerebrale - Neurovendita
Stanco delle solite tecniche di vendita? Scopri Neurovendita!
neurovendita, vendita, tecniche, lorenzo dornetti
16486
post-template-default,single,single-post,postid-16486,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-3,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.9,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Non raggiungi i tuoi obbiettivi? Colpa della pigrizia cerebrale

Non raggiungi i tuoi obbiettivi? Colpa della pigrizia cerebrale

A gennaio molti si danno obbiettivi. Meglio parlare di buone intenzioni. Secondo Forbes solo l’8 per cento tra manager e consulenti commerciali raggiunge gli obbiettivi che si prefissa. Perché una persona molla prima di raggiungere uno scopo che si è data? Perché non prova con tutta sé stessa fino alla fine? Tutta colpa della pigrizia cerebrale. Il cervello è programmato per risparmiare energia. Non per fare attività continuativa nel lungo termine. Per attenuare problema di procurarsi cibo, il sistema nervoso attiva il pattern parasimpatico, risparmiando risorse. E’ lo schema dei predatori. Fare un super-sforzo per arrivare alla preda e poi ridurre il più possibile, fino alla prossima caccia. Prima funzionava. Oggi questa dinamica naturale rovina l’esistenza, minando il potenziale. Se vuoi cambiare, capovolgi questo inadatto funzionamento cerebrale. Ecco 3 consigli pratici:

1)  Obbiettivo, mai obbiettivi. Prendi la lista di ciò che vuoi raggiungere. Cancella tutti i target, tranne uno. Senza focus, stai chiedendo troppo al tuo cervello. Ti auto-saboterai. Non puoi voler imparare il cinese, perdere 10 kg, guadagnare 10.000 euro in più e… Devi scegliere quello che ha impatto per te. Il resto, lo farai in futuro o in una prossima vita. Meglio raggiungere un obbiettivo, che zero.

2)  Sputtanati.  Scegli una persona e dichiarale il tuo obbiettivo. Anche in forma scritta. Se un obbiettivo è dichiarato, per coerenza interna, metterai maggior impegno. Se vuoi ottenere il massimo, sputtanati in un’occasione pubblica. Con più testimoni. Durante una cena. Nel corso di una riunione. Più ti diranno che non ce la farai, più è probabile che ci riuscirai.

3)  Ossessione. L’obbiettivo è un numero con una data di scadenza. Portalo sempre con te. Fai in modo che il tuo cervello non possa dimenticarlo. L’obbiettivo sia la tua “magnifica ossessione”. Nel tuo portafogli. Nel portaoggetti in auto. In borsetta. Attaccato allo specchio del bagno. Incollato al frigo. Trasformalo in numeri romani e mettilo come desktop di pc, tablet e smartphone. Ricorda ogni momento al tuo cervello quello che vuoi.

Trovi sulla mia pagina molte tecniche legate alla ripartenza basate sulla Neurovendita, usale. Un augurio per il 2019? Nessuna superstizione. Io e te saremo nell’8% che raggiungerà il suo obbiettivo.